Juan Francisco Gatell

www.juanfranciscogatell.com/
Repertorio
 

Photo Gallery


FALSTAFF-TEATRO REGIO DI PARMA-OTTOBRE 2017

Juan Francisco Gatell canta con grande sensibilità la sua sognante aria d'amore “Dal labbro il canto”.”
-Patrizia Monteverdi, operaclick, 1 ottobre 2017

“Al suo fianco, spiccano anzitutto il Ford di Giorgio Caoduro, convincente sotto ogni profilo, e il Fenton giovanile e schietto di Juan Francisco Gatell.”
- Fabio Lavoreve, Connessi all’Opera, 2 ottobre 2017

IL VIAGGIO A REIMS-TEATRO DELL’OPERA DI ROMA-GIUGNO 2017

“Argentinian tenor Juan Francisco Gatell proved charismatic as Belfiore, filling the house with his bright bel canto sound”
-Backtrack, 16 June 2017

Juan Francisco Gatell (il Cavalier Belfiore), celebre tenore rossiniano, ha dato prova di grandi doti nella recitazione come nel canto in cui spicca una leggerezza nelle agilità e grande volume nei momenti più lirici...”
-IeriOggiDomaniOpera, 20 giugno 2017

Juan Francisco Gatell ha acquisito spessore ed esperienza che travasa interi in Belfiore.”
-Attualita.it, 17 giugno 2017

Gatell superbo Belfiore grazie alla sua purezza di accenti e alla morbidezza dell’emissione.”
-il trillo parlante, 21 giugno 2017

DIE ZAUBERFLOETE-TEATRO DELL’OPERA DI FIRENZE-MARZO 2017

"...dove si fa luce il Tamino di Juan Francisco Gatell, tenore già visto in numerose produzioni fiorentine, che anche in quest'occasione mostra una raggiunta maturità esecutiva ed espressiva, grazie alla voce di bel timbro, una linea di canto precisa e un fraseggio sempre vario e interessante. La figura dai tratti fanciulleschi lo aiuta a calarsi con disinvoltura nel personaggio richiesto dalla regia. Da questo punto di vista si ha l'impressione che l'impersonificazione del Papageno-bidello, più grigio e meno istrionico del consueto, non aiuti ad emergere il pur discreto Alessio Arduini, bravo ma dalla vocalità poco brillante."
-Opera Click, Fabrizio Moschini, 25 marzo 2017
 “


Molto applaudito, a ragione, il Tamino di 
Juan Francisco Gatell, di gran lunga il migliore in campo (incantevole la sua interpretazione «Dies Bildnis ist bezaubernd schön» nel primo atto, magistralmente accompagnata dall’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino guidata da Roland Böer), ben spalleggiato da Ekaterina Sadovnikova (Pamina).”
-Firenze Post, Roberta Manetti, 24 marzo 2017

COSI’ FAN TUTTE-TEATRO DELL’OPERA DI ROMA-GENNAIO 2017

"Juan Francisco Gatell e Vito Priante sono parimenti giovani, spigliati e bene affiatati: il primo è un Ferrando solido e incisivo nella zona acuta, sensibile e vibrante negli accenti non solo dell'Aura amorosa..."
-Teatro.org, 26 gennaio 2017

Juan Francisco Gatell (in bermuda bianchi) è anche un grande attore e gli ha a pennello la vocalità chiara e ben articolata richiesta da Mozart per Ferrando.”
-il sussidiario.net, 21 gennaio 2017


“La voce chiara e delicata di Juan Francisco Gatell e l'aspetto davvero adatto al ruolo di giovane innamorato hanno donato fascino ai vibranti momenti di Ferrando, partendo dalla ben cantata Un'aura amorosa e giungendo al vertice nel decisivo duetto del secondo atto con Fiordiligi.”
-MichelangeloPecoraroOperaclick

SEMIRAMIDE, OPERA DI FIRENZE-SETTEMBRE OTTOBRE 2016 

E’ stata molto apprezzata, così come l’Idreno del tenore Juan Francisco Gatell. Il tenore argentino è dotato di una voce bene impostata e con una buona estensione, con un buon fraseggio e una discreta duttilità che ha dimostrato anche in questo personaggio tutto sommato abbastanza singolare. Complementare e tutto sommato “inutile” all’azione scenica, Idreno ha invece un discreto peso sul piano vocale: la sua parte è tutt’altro che secondaria e anche piuttosto impervia, ma Gatell è stato davvero convincente.
-Totalità.it, 28 settembre 2016

Lo spettacolo è andato progressivamente migliorando e non sono stati rari gli applausi a scena aperta, particolarmente convinti per Juan Francisco Gatell, che nel ruolo pur secondario di Idreno ha eseguito magistralmente le due belle arie del primo e del secondo atto (specie «Ah, dov’è, dov’è il cimento»), dimostrandosi una volta di più belcantista di rango.
-Firenzepost, 28 settembre 2016

...ma forse il migliore è l''Idreno vocalmente impeccabile di Juan Francisco Gatell.
-Giornale della musica, 28 settembre 2016

 

Elisir d''Amore, Opera di Firenze, giugno 2016

Il tenore Juan Francisco Gatell ha voce lirica di timbro chiaro e volume limitato, morbida e carezzevole, particolarmente felice nel registro centrale e nei pianissimi; in una concezione generale che abbiamo detto impostata sulla comicità, a lui sono affidate le frasi più teneramente liriche, venate di ripiegamento e malinconia: l’implorazione “Adina credimi” e la celeberrima aria “Una furtiva lacrima”. Pur nell’abbondanza di paragoni mitici che si possono trovare nella discografia storica più o meno lontana, riesce a trovare il suo spazio e a creare due momenti teatrali commoventi; ugualmente bravo nel dinamismo scenico, nell’espressività del viso e del corpo si dimostra nel delineare un Nemorino che spesso desta ilarità per la sua ingenuità e goffaggine.
-gbopera.it,22 giugno 2016

… la romanza del secondo atto, intonata con buon legato, discreta tavolozza di colori e molto pathos. Ma già il momento che io ritengo la vetta artistica dell’opera, “Adina credimi”, intonato con grande malinconia e un pizzico di febbrilità, aveva fatto spuntare diverse furtive lacrime fra il pubblico.
-Connessi all’Opera, 21 giugno 2016

… si dimostrato un interprete raffinato, dalla voce ben impostata e elegante, con un ‘ottima scansione e una recitazione sentita e appassionata; da giovane imbranato in veste di …ragazzo sandwich con tanto di costume di pollo (evidente allusione anche al suo carattere di “sempliciotto”) a improbabile soldato per amore, Gatell ha espresso tutta la delicata carica sentimentale del personaggio, interpretando tra l’altro Una furtiva lacrima con morbida delicatezza e con bel gioco di sfumature. Un tenore insomma, davvero “di grazia”.….
-Totalità.it, 21 giugno 2016

Juan Francisco Gatell è un Nemorino tenero, un pulcino sballottato dagli eventi… le agilità nitide, il fraseggio aggraziato e la gradevolezza timbrica hanno la meglio e gli permettono di riportare un franco successo alla fine del suo momento canonico (Una furtiva lagrima). Poi, come anche tutti i colleghi, ha il physique du rôle: è giovane, carino e ispira simpatia.
-OperaClick, 21 giugno 2016

Don Giovanni, Nederlandse Opera Amsterdam, maggio 2016

Juan Francisco Gatell tratteggia un Don Ottavio benissimo cantato dimostrando un ottimo gusto nelle variazioni delle arie.
-OperaClick, 24 maggio 2016

Don Ottavio, outstandingly interpreted by the Argentine tenor Juan Francisco Gatell featured an elegant and beautifully phrased "Dalla sua pace".
-Opera Gazet, 9 May 2016

Tenor Juan Francisco Gatell sang both of Don Ottavio’s arias with fantastic ease and style, and tasteful ornamentation.
-Bachtrack, 9 May 2016

”Juan Francisco Gatell was a secure, forceful and highly expressive Don Ramiro”
-Opera magazine, June 2016

Idomeneo, Opéra national du Rhin, marzo 2016
Juan Francisco Gatell features good projection, with Mozartian suppleness and agility...”
-Diapason, 21 March 2016

“Tenor Juan Francisco Gatell, as Idamante) performs with assertiveness and dashing appearance… His "Il padre adorato" touched and disturbed at the same time.”
-Opernschnipel, 17 March 2016



LA CENERENTOLA- TEATRO DELL’OPERA DI ROMA – GENNAIO 2016

“Eccellenti i due protagonisti, l’argentino (di origine italiano) Juan Francisco Gatell (forse l’unico tenore in grado di rivaleggiare con Juan Diego Flórez in questo repertorio) e il giovane  mezzo soprano napoletano Sarena Malfi. Di Gatell sempre rimarcabile la coloratura e la facilità con cui ascende a registri elevatissimi per poi discendere gentilmente a quelli più bassi […] Gatell è uno dei rari tenori che può affrontare Rossini, Donizetti e Bellini con le caratteristiche vocali intese dai compositori.”
-Giuseppe Pennisi, ilsussidiario.net, 26 gennaio 2016

“Juan Francisco Gatell era un principe vocalmente impeccabile…”
-Giornale della musica, 25 gennaio 2016

“Di Gatell sempre rimarcabile la coloratura e la facilità con cui ascende a registri elevatissimi per poi discendere gentilmente a quelli più bassi…” (Il sussidiario.net, 26 gennaio 2016)
“Por el estilo, la voz, la entrega y hasta por la agradable y conveniente presencia física sumada a la animosa capacidad actoral.”
-El arte de la fuga, 24 gennaio 2016


LA CREAZIONE DI HAYDN, TEATRO REGIO DI TORINO-NOVEMBRE 2015

“Il tenore Juan Francisco Gatell ha debuttato il ruolo ed era palpabile l’attrazione subita dalla scrittura che ha compenetrato e trasmesso con la voce collegata al cuore sensibile; vocalità interessate e sicura che recentemente ha ottenuto il prestigioso  premio ‘Aureliano Pertile 2105’.”
-Renzo Bellardone, www.scrissidarte.it, 28 novembre 2015


OPERA DI FIRENZE-COSI’ FAN TUTTE-OTTOBRE 2015

“Da sottolineare le prove di Carmela Remigio (Fiordiligi) e di Juan Francisco Gatell (Fernando) con uneccellente interpretazione dell"Aura amorosa" alla fine del primo atto…”
-Michele Manzotti, La Nazione

“…i protagonisti non mancano lappuntamento con i loro grandi momenti vocali, tra cui segnaliamo in particolare leccellente esecuzione di Juan Francisco Gatell – Ferrando di “Unaura amorosa” […]”
-Elisabetta Torselli, Il Giornale della Musica, 18 ottobre 2015

“Il tenore Juan Francisco Gatell brilla per il timbro d’oro e la grazia del legato che si adattano alla perfezione al languore del personaggio di Ferrando.”
-La Repubblica, Gregorio Moppi, 21 ottobre 2015

“Per quanto riguarda il cast vocale, senz’altro buona la prova del tenore Juan Francisco Gatell, (Ferrando) particolarmente apprezzato dal pubblico;   una voce bene impostata e con una buona tecnica, dotata di un bel timbro e di una discreta agilità, a cui saputo unire una adeguata immedesimazione nel personaggio e una notevole abilità scenica.”
-Domenico del Nero, Totalità

GRAN TEATRE DEL LICEU, BARCELLONA-DON PASQUALE-GIUGNO 2015

“Juan Francisco Gatell –un Ernesto manifestement amoureux de Norina- a chanté d’une voix ferme et bien timbrée, sans forcer les effets, sans maintenir excessivement ses aigus à la recherche de l’applaudissement./Juan Francisco Gatell – an Ernesto obviously in love with Norina – sang with a solid voice, and a good timbre, without forcing, without excessively holding onto his high notes in search of applause.” 
-Webthea, June 2015


IL VIAGGIO A REIMS – MUZIEKTHEATER AMSTERDAM- GENNAIO, FEBBRAIO 2015

"...Juan Francisco Gatell per la simpatia scatenata e tenera del suo Belfiore..."
-La Stampa, 22 gennaio 2015

"Still, if I had to single out one scene, it would be the delightfully directed duet between the Knight Belfiore and the poetess Corinna (“Nel suo divin sembiante”) that combined Juan Francisco Gatell’s agile and bright-timbre tenor with Eleonora Buratto’s full but delicately-coloured lyric soprano. A blissful moment of musical theatre."
-Backtrack, 22 January 2015

"Sul piano dell’esecuzione vocale note molto positive anche per (...) il poetico Belfiore di Juan Francisco Gatell..."
-Gina Guandalini - Lape musicale.it

"Juan Francisco Gatell è un iperattivo Belfiore che canta i suoi due duetti amorosi con perfetta precisione nelle agilità e nel canto di grazia."
-Maria Teresa Giovagnoli - MTG Lirica

"Juan Francisco Gatell is a brilliant Belfiore, by timbre and agility. Extraordinary his duet with Corinna, pointing out the self-ironic style."
-Magdalena Popa Buluc - www.cotidianul.ro

"Juan Francisco Gatell è uno spigliatissimo Belfiore: bello il timbro e sicure le agilità. Il suo duetto con Corinna è una vera gemma di ammiccante autoironia."
-Edoardo Saccenti - Operaclick.com



TEATRO LA FENICE DI VENEZIA - ROSSINI: IL BARBIERE DI SIVIGLIA-OTTOBRE 2014

“Eccellente la prova di Juan Francisco Gatell, Don Ottavio dalla linea di canto elegantissima, espressivo nel fraseggio e disinvolto in scena. La commovente aria dalla sua pace, per meriti condivisi con l’accompagnamento di Stefano Montanari, è stata di gran lunga il momento musicalmente più riuscito della serata.”
-Il Discorso, 12 ottobre 2014

“Ottimo Juan Francisco Gatell, tenore che di volta in volta conferma una costante crescita artistica. Don Ottavio è una parte di grande difficoltà, non particolarmente acuta, ma richiede un controllo perfetto della respirazione altrimenti non se ne viene a capo. Eccellente, in particolare, la grande aria Il mio tesoro intanto, cantata con gusto e pertinenza  stilistica nonostante il grande impegno fisico richiesto dalla regia.”
-di tanti pulpiti, 12 ottobre 2014

“Sontuoso il Don Ottavio di Juan Francisco Gatell, caratterizzato da una linea di canto morbida e da un controllo dei fiati perfetto, oltreché da un approccio assai intelligente al personaggio, oscillante tra baldanza e pavidità.”
-OperaClick, 22 ottobre 2014

“Naguère Tom Rakewell glorieux sur les mêmes planches Juan Francisco Gatell prête à Don Ottavio un timbre vibrant qui semble révéler un tempérament tout autre que tiède ; son aisance scénique et sa maîtrise de la voix mixte font que l’interprète, sinon le personnage, s’en tire avec les honneurs.” / Recently a glorious Tom Rakewell on this same stage, Juan Francisco Gatell gives to Don Ottavio a vibrant tone revealing a temperament other than tepid; his stage presence and his mastery of ‘voix mixte’ ensures that the interpretation, as well as the characterization, comes off with honours.
-ForumOpera, 12 ottobre 2014

“Il caro Don Ottavio è un accorato Juan Francisco Gatell. Il suo fraseggio è morbido e consente di gustare letteralmente tutti i suoi interventi, in particolar modo le sue celebri arie ‘Dalla sua pace’ e ‘Il mio tesoro’. Talvolta è parso quasi esser cullato dall’orchestra, che gli cuciva un guanto musicale perfetto e carezzevole.”
-MTG Lirica, 12 ottobre 2014

“Juan Francisco Gatell ha il difficile compito di dare corpo a Don Ottavio, a cui sono affidate due arie complesse. Il tenore si rivela all’altezza delle arditezze tecniche richieste da Mozart, sfoggiando acuti sicuri, buona intonazione e omogeneità vocale. Riesce così a valorizzare appieno un ruolo che altri artisti spesso rendono anonima e dimenticabile”
-Luca Benvenuti, teatrionline.com, 20/10/2014

CORSO D'OPERA
  A CORTONA
Raffaella Coletti

Entra
Enter